Salta al contenuto

Lupo Solitario

Come belva
costretta a vivere
in cattività,
mostro la mia insofferenza
a ciò che mi circonda.
Lupo solitario
non riesco più
a trovarmi in branco,
e sogno la mia tana,
dove i pensieri erano
solo miei.
Spezzo le catene
e torno alla natura,
ai miei amici boschi,
alla mia incompresa solitudine,
per risentirmi ancora
predatore,
per ritrovarmi ancora
a respirare,
per riscoprirmi ancora
spirito libero.
Brazir – 20/03/07

Published inPoesia

Sii il primo a commentare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *