Salta al contenuto

Occhi al cielo

 Occhi bassi
a non incontrare i miei,
per paura, vergogna, timore o timidezza.
Mare senza onde,
cielo senza nuvole.
fiore senza petali,
penna senza inchiostro,
cornice senza quadro
piuma senza ali.
In questa tersa notte
alza la testa riscoprendoti stella,
riprendi il pennello
pitturando la tua vita,
sorprendimi, sorprenditi,
incrociando nuovi e vecchi sguardi,
mutando la paura in coraggio
e la sopravvivenza in vita.

Published inLe Poesie di BrazirPoesiaScrivereSenza categoria

Un commento

  1. chao chao

    Mi piace. Mi piace quello che mi fa venire in mente, che forse non somiglierà nemmeno a quello che invece l’ha ispirata. Le mie sensazioni sono:
    Lui e lei han fatto insieme qualcosa di bello, potrebbe essere un abbraccio troppo intenso , un bacio, un qualcosa di proibito. E’ notte, e già la notte nasconde, ma lei ha gli occhi bassi, perchè impeto e passione fanno osare, ma il pudore ritorna. Però se lui le dice di stupirlo ancora, tutto ciò che è stato è solo bello e sarà ancora. Enorme dolcezza e… stupido desiderio da abbinare ad una poesia, che non è una storia vera: speriamo che duri!
    Bellissimo quadro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *