Salta al contenuto

Che ne sarà di noi?

Saremo foglie
concimanti la terra,
o gabbiani liberi in cielo?
Fili intrecciati
della stessa corda,
o parole perdute
nel vento?
Grani immobili
della stessa clessidera,
o sole e luna
nello stesso cielo,
costretti a sfiorarsi
senza mai abbracciarsi?
Tengo le tue mani
tra le mie,
e t’accarezzo il volto,
per un attimo
che ha il sapore d’eterno.
Non so che sarà di noi,
ma so cosa sei stata, sei e sarai
per me:
personale raggio di sole,
illuminante la mia via,
riscaldante l’anima.

Published inLe Poesie di BrazirPoesiaScrivere

3 Comments

  1. idea idea

    …….saremo quello che siamo stati capaci di trasmettere : i raggi di sole illuminano e riscaldano quando sappiamo donarci veramente e se sappiamo “rifletterli”.La luce e il calore aumentano quando si riceve e si dà in piena libertà.

  2. chao chao

    “personale raggio di sole”….di quel sole dello stesso cielo, ma costretti a sfiorarsi
    senza mai abbracciarsi?
    No, per il protagonista… Si, per tanti altri

  3. Super Super

    Bellissima…dolcissima. Domande piene di speranza, parole piene di sentimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *