Salta al contenuto

3 Comments

  1. chao chao

    Due parole hanno un senso particolare, per me.
    “Consapevolmente…” essere consapevoli fa sempre la differenza.
    Nelle cose negative essere consapevoli che “non va” e non cambiare, è la cosa peggiore, mentre nelle cose buone, la consapevolezza aiuta a goderne.

    E poi…
    “cio’ che non sei,
    ma che DOVRESTI essere.”
    Non “potresti”, non “vorresti”… ma Dovresti.

    La seconda parte ricorda “Promessa”: rispettosa attesa di parole, di silenzi, rispettosa attesa che lei riesca a “spogliarsi” e trovi la sua strada.
    Ma attenti alle giuste misure: Povia insegna!

    “L’amicizia non è rispettarsi perché a rispettarsi non si parla mai “

  2. Essere sè stessi è un bel lavoraccio, soprattutto se l’armatura l’indossiamo per celare aspetti di noi che ci limiterebbero nella vita di tutti giorni.
    E dopo un pò ci si abitua a portarla, e solo di rado si ricorda di indossarne una, e quindi ancor più difficile è il togliersela.

    • Si ma… quanto e’ bello quando sei “libero”… e non devi per forza “fingere” o “nasconderti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *