Il Vecchio della Montagna Vagante

Vorrei scrivere
tutto quel che accade,
o che accadesse,
tutto ciò che scrivo.
Padrone
del tempo
e dello spazio,giocheri col destino,
fino a stancarmi,
lasciando tirare i dadi
ai figli del tempo:
granelli di sabbia,
come
attimi da vivere
o vissuti,
chiusi
in una clessidera,
che gira e rigira,
senza mai esser liberi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *