Salta al contenuto

Una storia

Passarono giorni che si fecero settimane, che si fecero mesi, che si fecero anni… Anni in cui Franco attendeva il momento di risentire la voce di Tiziana.
Tiziana… L’aveva conosciuta in un gruppo di discussione… Una “stanza” si diceva allora…
Un’anima senza volto… Ma cosí simile alla sua… Poi qualche contatto..uno scambio di foto.. Qualche sporadica telefonata .. E poi il buio… Per poi ritrovarsi in qualche “spiaggia” virtuale…per poi riprendersi… E riperdersi.
Un continuo rincorrersi (o rincorrerla?).
Tiziana… Tanti pensieri, sogni, speranze, attese, illusioni, chimere, paure…
Tiziana.. Cosí lontanamente vicina e cosí maledettamente lontana…
VIETATO CONTATTARLA… Anche quei pochi canali che Franco conosceva si erano prosciugati…
Eppure mai come allora Franco sentiva di aver bisogno di un contatto, di aver bisogno di veritá, di pretendere un segno fosse anche un addio; Franco… Che ancora credeva e aspettava di piú di supporre che non era solo…
Franco e Tiziana… Anime pronte all’incontro o all’oblio… Al di là dei sogni… In un quadro da dipingere, forse, assieme…

Ogni riferimento a persone o situazioni è puramente casuale e il racconto è frutto di fantasia….
Si dice cosî no?
Ma penso che siamo tutti Franco e Tiziana… Con le paure e la voglia del proibito… Con le speranze e i desideri… Col nostro spiattellare online le nostre vite, in una globalizzazione che porta da dove siam venuti, verso quella solitudine tipica di chi non si è rassegnato ancora…

Published inNuovo

Sii il primo a commentare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *