Scrivo il libro
del futuro,
del trascorso ne ho pieni scaffali.
Vite, amori, intrecci,
sorrisi, pianti, gioia e morte,
racchiusi in poche righe,
ch’appena scritte
non son piu’ sorpresa,
e cio’ che sara’
per me gia’ fu;
limbo d’un futuro anteriore
che sa gia’ di passato,
perdendo l’attimo
presente.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *